indietro

Lo stato, le banche o le imprese hanno necessità di procurarsi del denaro e contraggono un prestito dai loro investitori, ovvero emettono un titolo (obbligazione, prestito obbligazionario o assunzione di prestiti) che il risparmiatore può sottoscrivere.

 

Al termine di un periodo prestabilito il titolo scadrà ed il capitale iniziale verrà rimborsato. Fino a quel momento il sottoscrittore riscuoterà una determinata somma d’interessi per aver prestato il denaro all’emittente.

Il tasso d’interesse dipende dalla solvibilità (solidità finanziaria) dell’emittente: più alto il rischio che alla fine del periodo stabilito non potrà restituire tutta la somma, più alti saranno gli interessi.

 

Se si desidera mantenere l’obbligazione dall’emissione fino alla scadenza, non è necessario occuparsi dell’andamento del titolo: l’ammontare degli interessi e le modalità di rimborso del capitale sono, infatti, stabiliti al momento dell’emissione (obbligazioni a tasso fisso). Inoltre esistono anche delle particolari forme di obbligazioni senza la garanzia di un tasso fisso.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali sono riportati nei vari documenti previsti dalle diverse disposizioni (fogli informativi, fascicoli informativi, regolamento, progetto esemplificativo) consultabili sul nostro sito internet www.raiffeisen.it e presso gli infopoints rispettivamente gli sportelli della Cassa Raiffeisen.