indietro

Immagina di andare in mountain bike e di travolgere una persona, oppure di essere a casa di un tuo amico e, senza volerlo, rovesci un vaso molto costoso che cade in mille pezzi.

La legge prevede che ogni cittadino debba risarcire i danni arrecati a terzi, quest’obbligo è definito “responsabilità civile”.

Nel momento in cui non compari più sullo stato di famiglia, automaticamente non sei più coperto dall’assicurazione dei tuoi genitori.

In tal caso ne sei responsabile con tutto il tuo attuale e futuro patrimonio.

Grazie a un’assicurazione privata è possibile tutelarsi da tali conseguenze pesanti che a volte possono anche essere ingenti.

La compagnia assicurativa verifica innanzitutto se e in quale misura sei obbligato a risarcire il danno arrecato dal tuo comportamento. In seguito risarcisce il danno fino all’importo massimo della somma assicurata concordata nella polizza, purché il danno sia stato provocato accidentalmente.

Se la richiesta di risarcimento dovesse risultare ingiustificata, la respinge in via extragiudiziale .

Tuttavia, i danni subiti personalmente non sono coperti dall’assicurazione.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali sono riportati nei vari documenti previsti dalle diverse disposizioni (fogli informativi, fascicoli informativi, regolamento, progetto esemplificativo) consultabili sul nostro sito internet www.raiffeisen.it e presso gli infopoints rispettivamente gli sportelli della Cassa Raiffeisen.