indietro

Chi esercita un’attività lavorativa, dispone di un’assicurazione contro gli infortuni obbligatoria per legge:

 

  • L’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) interviene in caso d’infortuni sul lavoro
  • L’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) copre, invece, gli infortuni occorsi nel tempo libero e sul lavoro, erogando una pensione per inabilità sul lavoro o un’indennità di invalidità, a condizione che la persona lavori già da 5 anni.

In questo modo sei ampiamente assicurato per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro, tuttavia non sufficientemente per quanto riguarda gli infortuni occorsi nel tempo libero.

Con un’assicurazione privata contro gli infortuni è possibile coprire meglio i costi aggiuntivi in caso d’inabilità lavorativa temporanea, conseguente a infortunio, ad esempio per il risarcimento delle spese sostenute per medici e trattamenti specialistici oppure in caso d’inabilità lavorativa permanente (invalidità). Un’assicurazione privata prevede inoltre un’indennità giornaliera durante un soggiorno ospedaliero oppure copre i costi dei danni in seguito all’infortunio.

L’entità del premio della polizza dipende dall’ammontare del capitale assicurato e dall’attività esercitata. Se sei uno sportivo dinamico e attivo, dovresti assolutamente pensare a una polizza contro gli infortuni privata.

Ricorda, però, che alcune discipline sportive sono escluse, in particolare quelle ad alto rischio, così come la partecipazione a delle gare sportive.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali sono riportati nei vari documenti previsti dalle diverse disposizioni (fogli informativi, fascicoli informativi, regolamento, progetto esemplificativo) consultabili sul nostro sito internet www.raiffeisen.it e presso gli infopoints rispettivamente gli sportelli della Cassa Raiffeisen.